Gaetano Anzisi

Vivere e morire a Roma

Questo post è poco attinente con il tema principale di questo blog ma dovevo scriverlo e raccontarlo. Ieri verso le 19 prendo la moto, esco dal cortile di casa percorro circa 500 metri, arrivo al primo incorcio mi affaccio e un automobilista in mezzo al traffico delle sette di sera mi prende la ruota anteriore con la fiancata e mi butta per terra la moto. Per fortuna ero fermo e quindi sono riuscito a restare in piedi. Ho solo una piccola contusione al ginocchio. E’ sceso dall’auto un 60enne pelato con camica a 4 bottoni e bretelle rosse che inveiva contro di me perchè avevo cercato di ammazzarlo!?! Un altro motociclista è intervenuto ed è stato aggredito erbalmente. La beffa è avvenuta mentre sollevavo la motocicletta da terra: il 60enne pelato è salito in macchina ha messo la prima ed è scappato! La mia posizione e lo shock non mi hanno permesso di vedere la targa…Gli incidenti possono succedere specialmente in una città come Roma dove la quantità di autoveicoli è eccessiva e il caos è totale ma quell’automobilista (e non è il solo) è passato su una strada a doppio senso con una delle due corsie in fila a circa 5060 kmh!!! E se attraversava un pedone? Tra mezz’ora devo chiamare una persona che era presente sul luogo del sinistro e che forse è riuscito a prendere la targa…

Frustrazioni di un professionista della comunicazione

Che lavoro fai? Di cosa ti occupi?
Sono un digital project manager e sviluppo in particolare sistemi di comunicazione integrata in ambienti web. [ogni volta che mi fanno questa domanda mi chiedo perchè non ho fatto un mestiere che ha una definizione semplice e puntuale. Che sò: idrauloco, giardiniere, falegname, dottore, avvocato…]

Interessante, beato te anche io vorrei giocare con il computer tutto il giorno. A proposito visto che “lavori in internet” mi spieghi perchè non riesco a stampare un documento word?
Ehm, non lavoro in internet. Non sono un tecnico, non un informatico, non un sistemista, non un programmatore, non assemblo ne configuro computer…Ho fatto il liceo classico e sono laureato in Scienze della Comunicazione. Il PC per me è uno strumento per lavorare. Quindi non credo di poterti aiutare…Mi dispiace.

Ma allora non ho capito che lavoro fai?!? Sei un tecnico internet? Bè Almeno mi dici perchè non riesco a scaricare la posta?
Te l’ho già detto io uso il computer come te. Mi serve per inviare e ricevere posta elettronica, scrivere documenti di progetto, chattare, navigare su internet, vedere foto e video. Insomma tu usi la tua auto e non credo che tu sappia sostituire l’olio motore o la frizione…Giusto?

No infatti, comunque voi informatici siete tutti uguali. Siete sempre così distanti dalla realtà e siccome siete dei maghi del computer fate i superiori…
Mi arrendo. Vediamo prima perchè non riesci a stampare e poi ti configuro il client di posta elettronica…[è come se un automobilista rimane fermo per strada e non capisce che la macchina non parte perchè è finita labenzina!!]

Mi è successo non so quante volte questa situazione e purtroppo si verifica anche con dei miei coetanei, persone che lavorano nel mia stessa azienda (magari nell’area amministrativa) e mi chiedono di installare un programma sul loro computer. Altro che Digital Divide qui siamo ancora nel Pre-Digital Era dove alcuni pioneri cercano di generare business con i nuovi sistemi di comunicazione ma la risposta da parte dei singoli, delle aziende è ancora scarsa.
La massa degli ‘internauti’ naviga per diletto e non è disposta nè a pagare per un servizio nè ad effettuare transazioni economiche. Siamo in ritardo sul resto del Mondo. Wake Up Neo!

La prima volta non si scorda mai…

Perchè questo blog? Credo sia una necessità e una volontà di condividere e al tempo stesso diffondere la mia esperienza nel mondo della comunicazione multimediale. Vivo in un mondo ‘altro’ dove non esitono essere umani ma solo avatar e buddies, non ci sono emzioni e sentimenti ma emoticons, non si parla un linguaggio umano ma una strana lingua e non esitono vie e piazze ma solo siti…Questo mondo è affascinante e immenso ma è facile perdere l’orientamento. Vorrei parlare e condividere la mia esperienza e soprattuto confrontarmi con esperti di settore, appassionati e chi vuole approcciare e imparare a capire questo mondo ‘altro’.

Se le parole disperse sono familiari o vi interessano questo blog fa per voi…

Requisiti minimi

Qual’è il vero valore aggiunto di un sistema comunicazionale che funzioni? Quando si può affermare che ha ragginto i suoi obiettivi di usabilità, accessibilità e soprattutto come si può capire che il messaggio sia stato ricevuto da parte del destinatarioutente?
Gli strumenti noti sono: l’analisi del mercato e del target di riferimento, accounting con il cliente per interpretare le sue esigenze, sviluppare un design, dei claim e delle headline innovative e di rottura, individuare e offrire servizi unici e gratuti (killer application) o ancora trovare contenuti interessanti e sempre aggiornati, una navigazione semplice ed efficace…
Non basta essere dei bravi analisti per realizzare un concept innovativo per una campagna promozionale, un sito web, uno spot radiofonico. Credo che quello che serva veramente sia ‘la luccicanza’ o detto in inglese ‘the shining’…