Frustrazioni di un professionista della comunicazione

Che lavoro fai? Di cosa ti occupi?
Sono un digital project manager e sviluppo in particolare sistemi di comunicazione integrata in ambienti web. [ogni volta che mi fanno questa domanda mi chiedo perchè non ho fatto un mestiere che ha una definizione semplice e puntuale. Che sò: idrauloco, giardiniere, falegname, dottore, avvocato…]

Interessante, beato te anche io vorrei giocare con il computer tutto il giorno. A proposito visto che “lavori in internet” mi spieghi perchè non riesco a stampare un documento word?
Ehm, non lavoro in internet. Non sono un tecnico, non un informatico, non un sistemista, non un programmatore, non assemblo ne configuro computer…Ho fatto il liceo classico e sono laureato in Scienze della Comunicazione. Il PC per me è uno strumento per lavorare. Quindi non credo di poterti aiutare…Mi dispiace.

Ma allora non ho capito che lavoro fai?!? Sei un tecnico internet? Bè Almeno mi dici perchè non riesco a scaricare la posta?
Te l’ho già detto io uso il computer come te. Mi serve per inviare e ricevere posta elettronica, scrivere documenti di progetto, chattare, navigare su internet, vedere foto e video. Insomma tu usi la tua auto e non credo che tu sappia sostituire l’olio motore o la frizione…Giusto?

No infatti, comunque voi informatici siete tutti uguali. Siete sempre così distanti dalla realtà e siccome siete dei maghi del computer fate i superiori…
Mi arrendo. Vediamo prima perchè non riesci a stampare e poi ti configuro il client di posta elettronica…[è come se un automobilista rimane fermo per strada e non capisce che la macchina non parte perchè è finita labenzina!!]

Mi è successo non so quante volte questa situazione e purtroppo si verifica anche con dei miei coetanei, persone che lavorano nel mia stessa azienda (magari nell’area amministrativa) e mi chiedono di installare un programma sul loro computer. Altro che Digital Divide qui siamo ancora nel Pre-Digital Era dove alcuni pioneri cercano di generare business con i nuovi sistemi di comunicazione ma la risposta da parte dei singoli, delle aziende è ancora scarsa.
La massa degli ‘internauti’ naviga per diletto e non è disposta nè a pagare per un servizio nè ad effettuare transazioni economiche. Siamo in ritardo sul resto del Mondo. Wake Up Neo!