VoIP over 3G: Skype chiede l’intervento della Commissione Europea

Finalmente un attore importante come Skype cerca di alzare la voce riguardo alla possibilità di utilizzare la ‘linea VoIP‘ tramite la rete 3G dei telefoni cellulari e si rivolge alla Commissione Europea.

Cerco di spiegarmi per chi non conoscesse questa tecnologia e tutti questi strani acronimi: sui telefoni cellulari è possibile installare un programma che ti consente di effettuare telefonate ad un costo estremamente conveniente rispetto alle tariffe di TIM, Vodafone, Wind e Tre. Questo programma infatti utilizza la tecnologia VoIP (Voice Over IP) già utilizzata da tempo dai PC di casa. Basta installare sul proprio cellulare (se abilitato) programmi come Skype, Fring o Nimbuzz (solo per citarne alcuni) per effettuare telefonate. Per chiamare un numero telefonico è necessario acquistare ovviamente del credito, la telefonata è invece GRATUITA se si chiama una persona che è in quel momnento collegata a Skype. Attenzione: la chiamata è gratuita ma si paga comunque il costo del traffico dati sulla base del piano tariffario che avete con il vostro operatore.
Utilizzo da tempo le chiamate VoIP con il mio computer da casa, qualche anno fa con Fring per il telefono Nokia E51 e da un anno a questa parte tramite l’iPhone. Un mese fa sono stato a New York ed ho potuto chiamare la “famiGGhia” a Roma GRATIS utilizzando Skype installato sul mio iPhone!!!

Ma perchè è pèossibile fare telefonate gratuite o comunque con dei prezzi molto più bassi rispetto agli operatori mobili? Dov’è l’imbroglio? Da nessuna parte!!! Uno dei motivi è che la tecnologia VoIP utilizza Internet e quindi non deve sostenere costi enormi per realizzare infrastrutture di reti e non deve pagare concessioni. Vi assicuro che non utilizzare un servizio VoIP ed utilizzare invece il credito sulla SIM del vostro telefono significa farsi imbrogliare.

Questo è il prologo ma ritorniamo all’inizio del post e alla notizia che Skype ha deciso di rivolgersi alla Commissione Europea. Il motivo è dovuto dal fatto che gli operatori mobili hanno inbito ai programmi installati sui cellulari di effettuare chiamate Voip!!! Il motivo è evidente: vogliono che i loro utenti utilizzino il credito della loro SIM. Questo blocco da parte degli operatori è una violazione delle norme antitrust e ritengo giusta l’azione di Skype che intende avere le stesse opportunità di mercato che hanno TIM, Vodafone, Wind e Tre.

Tremate lobby del GSM che la concorrenza a prezzi competitivi sta arrivando!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × 4 =