Gaetano Anzisi

Air Video: fare streaming video via wifi da un Computer ad un iPhone

Volete vedere un film che avete sul vostro hard disk del computer sul vostro dispositivo iPhone? Oppure volete vederlo sul vostro televisore? potete farlo in tanti modi: collegando direttamente il pc alla tv lcd, trasferendo il film su un supporto esterno (cddvd oppure, pen drive) ma oltre ai numerosi passaggi servono cavi, lettori dvd ecc.
In alternativa potete fare tutto senza fili. Infatti il vostro pc può diventare un server streaming e il vostro iPhone un lettore senza bisogno di cavi o lettori appositi. Ecco cosa vi serve:

  • Un personal computer (windows o mac) con connessione wifi
  • Un iPhone con firmware 3.0
  • Una router wifi che supporti il protocollo UPnP

Se disponete di questi supporti dovrete installare i seguenti software:

Una volta installati non dovrete far altro che:

  1. lanciare il software Aira Video Server dal vostro computer e decidere cosa può essere condiviso (l’intero hard disk, singoli file o cartelle) in streaming via wifi
  2. verificare che il router wifi abbia il protocollo UPnP attivo
  3. lanciare l’applicazione Air Video sul vostro iPhone e collegarvi al vostro computer
  4. scegliete il video e godetevi la visione!

La qualità è davvero ottima, non ci sono rallentamenti ma vi consiglio di collegare il vostro iPhone al televisiore di casa per potervi gustare al meglio il film. Per farlo avrete bisogno di un Cavo AV composito che potrete acquistare originale Apple sullo Store oppure ad un prezzo più conveniente con una delle tante aziende che offrono accessori.

Google Mobile App e voice search

Ha fatto il giro del mondo e della Rete la notizia della settimana scorsa dell’arrivo della funzione di ricerca vocale tramite l’applicazione Google Mobile per iPhone. Ho sentito molte persone dire il ‘melafonino’ non ha i comandi vocali ed io ho sempre saputo che sul terminale mobile della Apple si deve solo aspettare che i servizi vengano sviluppati. Adesso si può cercare un contatto, un luogo sulle mappe, una mail attraverso i comandi vocali ovviamente il tutto combinato con la localizzazione!
Per ora è in ritardo l’aggiornamento dell’applicazione ma potete vedere il video:

LittleBigPlanet: il 2.0 approda nei video games

littlebigplanet

E’ difficile spiegare questo gioco: è fantastico nel senso letterale del termine. E’ possibile creare dei mondi nei quali giocare, personalizzando tutto nei più minimi particolari. Diciamo che questo poteva essere già fatto da tempo nei video giochi ma questi mondi possono essere pubblicati su YouTube oppure su Flickr ed essere condivisi con altri videogiocatori. E’ già diventato un fenomeno mondiale per la sua creatività, libertà e meraviglia che può suscitare nel profondo dell’animo di ogni giocatore. Media Molecule ha realizzato qualcosa di unico e speciale diverso dagli altri video giochi. Non c’è quella violenza degli spara tutto, quell’adrenalina dei simulatori ma una dinamica di gioco incredibile: puoi decidere come vestire il tuo Sackboy (è il personaggio di pezza con il quale muoversi nel gioco) e poi creare oppure utilizzare uno dei 50 mondi fantastici già presenti. Ovvimente puoi creare un sackboy cattivo e un mondo terrificante!!! I mondi sono costituiti di cartone, liuta, gomma, spugna, cartapesta e tanto altro e dovrai intergire con questi materiali per poter avanzare nei vari ambienti. sackboy

ATTENZIONE questo non è un gioco per i ‘cheap gamer‘ (cioè quei giocatori che saltano i filmati introduttivi, non leggono i tutorial, premono il tasto ‘start’ ed iniziano a giocare premendo i bottoni del joypad a caso) non è un gioco immediato, devi rilassarti, scegliere o creare il personaggio ed il tuo mondo ma soprattutto devi utilizzare la tua intelligenza per superare superifici scivolose oppure dove rimbalzi, strane macchine che si muovono dove aggrapparti e sfruttare i loro movimenti per superare il quadro. Il fenomeno è esploso in modo esponenziale: tra i tanti video che girano sul web c’è quello della proposta di matrimonio fatta tramite un video gamer di LilttleBigPlanet alla sua ragazza!

Google Maps Street View di Roma e le signorine 2.0

Da qualche giorno su Google Maps è possibile vedere Roma con la funzione ‘street view’ e cioè tutta la città con fotografie in 3D. Qui uno scorcio della Salaria all’altezza dell’aeroporto dell’urbe con delle simpatiche signorine che aspettano l’autobus…

iPhone 3G sbloccato

Ebbene l’ho fatto, non solo ho comprato un iPhone 3G da 16 giga bianco ma l’ho anche sbloccato installando Cydia e Installer. Detto questo vorrei sfatare la leggenda metropolitana di tutte quelle funzionalità che l’iPhone non possiede e che invece non sono semplicemente state rilascite ufficialmente dalla Apple:

Non continuo perchè la lista è veramente lunga. L’impatto che ho avuto dopo l’acquisto del ‘melafonino’ nelle successive 48 ore è stato deludente. Infatti lo strepitoso Nokia E51 che utilizzavo da circa 1 anno con sistema operativo Symbian S60 3rd Edition era nettamente superiore per funzionalità e possibilità di personalizzazione. Ero quasi deluso vista la spesa fatta per l’acquisto dell’iPhone 3G. Pensavo fosse vermante un gadget di moda molto di impatto ma con poche funzionalità. Ma dopo averlo sbloccato e aver quindi installato Cydia e Installer si è aperto un mondo praticamente infinito di applicazioni, funzionalità e personalizzazioni che hanno reso questo apparato da 16 giga una piattaforma multimediale con dentro musica, film, messagistica, browsing web e giochi.

Digitale terrestre e SmarCam: lo scandalo italiano

Vorrei tanto che questo blog fosse letto da migliaia di utenti per diffondere quanto sto per scrivere riguardo ad un altro scandalo italiano riguardo lo sfruttamento delle tecnologie analogiche e digitali per lucrare senza avere la sensibilità, la cultura e la coscienza di preocucparsi prima di offrire un servizio che diffonda contenuti di qualità verso gli utenti e poi di definire un prezzo per questo servizio. La televisione italiana vive da sempre problemi politici che portano solo ad un impoverimento della qualità dei contenuti sia per quanto riguarda la RAI che Mediaset. Purtroppo è noto che i monopoli (o duopoli) fanno male alle aziende e quindi a chi usufruisce dei prodotti e servizi offerti da queste.

Con l’avvento del digitale terrestre avremmo potuto risolvere tutto questo dando la possibilità ad altri di offrire canali televisivi. Infatti rispetto al segnale analogico che ha un numero finito di canali il digitale ne ha una quantità prossima all’infinito e inoltre con dei costi molto più bassi per un emittente. Questo avrebbe dato la popssibilità a molti imprendittori di entrare nel mondo della televisione rompendo il duopolio RAI-Mediaset con un vantaggio per l’industria televisiva da un lato e un innalzamento della qualità dall’altro. Ma siamo in Italia e questo non può avvenire: quindi i decoder per ricevere il segnale digitale sono stati prodotti eo distributi da Paolo Berlusconi e dopo una sentenza dell’antitrust e del Garante per le Telecomunicazioni è stato reso ufficiale che non è necessario avere un decoder per vedere il digitale terrestre se si possiede una tv lcd con lo slot CI. Infatti quasi tutti i televisori lcd hanno il decoder digitale terrestre integrato oltre allo slot CI che permette di inserire una scheda ad esempio Mediaset Premium oppure La7 più. Ma qui c’è il mistero.

Lo slot CI è uno standard internazionale che tutte le tv lcd hanno di modo che le emittenti tv producono le loro schede per gli abbonamenti secondo quello standard. In Italia non è così! La scheda non viene letta ed è necessario comprare il decoder prodotto eo distribuito da Paolo Berlusconi.

Per me non è una questione politica, poteva essere anche un business di Occhetto ma è comunque una vero scandalo italiano. Hanno quasi terrorrizzato gli italiano dicendogli che se non compravano il decoder per il digitale terrestre non avrebbero più potuto vedere al tv e poi hanno nascosto, con l’avvento delle tv lcd che hanno lo slot per leggere le carte Mediaset e La7, che potevano anche non comprare più il decoder. Ieri me la sono rischiata. Sono andato prima da Fnac e poi da Mediaword per comprare l’adattatore smartcam da inserire nello slot CI per poter utilizzare una carta Mediaset Premium oppure La7 più.

Sia da Fnac che da Mediaword a Porte di Roma mi hanno chiarmente detto che l’adattatore è in vendita solo per marca di tv: cioè ogni casa che produce tv ha realizzato il suo smartcam. Non solo per ora è disponibile solo per le tv Samsung. Se volevo però c’era una parete intera di decoder digitali da comprare…me la sono rischiata ed ho comprato una smartcam solo per tv samsung ed ho provato ad utilizzarla su un televisore sharp aquos. Ovviamente funziona perfettamente…quindi se avete una tv lcd con lo slot ci NON COMPRATE UN DECODER DIGITALE TERRESTRE.