Gaetano Anzisi

Air Video: fare streaming video via wifi da un Computer ad un iPhone

Volete vedere un film che avete sul vostro hard disk del computer sul vostro dispositivo iPhone? Oppure volete vederlo sul vostro televisore? potete farlo in tanti modi: collegando direttamente il pc alla tv lcd, trasferendo il film su un supporto esterno (cddvd oppure, pen drive) ma oltre ai numerosi passaggi servono cavi, lettori dvd ecc.
In alternativa potete fare tutto senza fili. Infatti il vostro pc può diventare un server streaming e il vostro iPhone un lettore senza bisogno di cavi o lettori appositi. Ecco cosa vi serve:

  • Un personal computer (windows o mac) con connessione wifi
  • Un iPhone con firmware 3.0
  • Una router wifi che supporti il protocollo UPnP

Se disponete di questi supporti dovrete installare i seguenti software:

Una volta installati non dovrete far altro che:

  1. lanciare il software Aira Video Server dal vostro computer e decidere cosa può essere condiviso (l’intero hard disk, singoli file o cartelle) in streaming via wifi
  2. verificare che il router wifi abbia il protocollo UPnP attivo
  3. lanciare l’applicazione Air Video sul vostro iPhone e collegarvi al vostro computer
  4. scegliete il video e godetevi la visione!

La qualità è davvero ottima, non ci sono rallentamenti ma vi consiglio di collegare il vostro iPhone al televisiore di casa per potervi gustare al meglio il film. Per farlo avrete bisogno di un Cavo AV composito che potrete acquistare originale Apple sullo Store oppure ad un prezzo più conveniente con una delle tante aziende che offrono accessori.

Barack Obama 2009

Un evento multi-mediatico unico che passerà sicuramente alla storia. Ieri ho visto la diretta dal mio iPhone ma era possibile seguirla in TV, alla radio e sulla Rete. Più che l’insediamento di un nuovo presidente mi è sembrato l’avvento del Salvatore, quello che cambierà le sorti degli americani e del mondo…Comunque è bello, affascinante, con una voce calda e suadente, ha una bella moglie e delle belle figlie. E poi ha profili ovunque su Internet (quasi più di me!) da facebook a flickr, da linkedin a myspace solo per citarne alcuni. Se volete sul suo sito potete scaricare delle suonerie per il telefono e vi assicuro che non sono ‘trash’ ma ben fatte così come la sua presenza sulla Rete. Vi immaginate il sito del nostro presidente della Repubblica Napolitano o del premier Berlusconi? Mi astengo dai commenti al riguardo e concludo consigliandovi una lettura sul nostro amico Barack.

Barack Obama quando eri piccolo dormiva nel tuo armadio per controllare che non ci fossero mostri.

Barack Obama ha incespicato durante il giuramento perchè si è emozionato al pensiero che lo stavi vedendo in tv.

Barack Obama ti ha telefonato per chiederti com’era andato, subito dopo il discorso di insediamento.

Barack Obama ha finto di avere un amico immaginario giusto per farlo diventare amico del tuo.

Berlusconi e Internet

Avevo scritto un post allarmante sull’interesse del Cavaliere sul Media Internet ed in particolare sulla sua intenzione di regolamentarlo…Questa vignetta serve per sdrammatizzare e sperareche non cerchi di fare qualcosa di veramente stupido e soprattutto IMPOSSIBILE!

TG1 Rai diventa UGC: il TG1 sei tu

Ieri ho scoperto quasi per caso l’iniziativa del TG1 di far partecipare i telespettatori alla costruzione delle notizie del telegiornale. Questa è una notizia a dir poco SENSAZIONALE! Mamma Rai ma soprattutto il TG1 cioè il telegiornale nazionale, istituzionale, politicizzato, pilotato e chi più ne ha più ne metta apre le porte alla possibilità di proporre video che saranno poi selezionati ed utilizzati durante il TG1 per raccontare le notizie anche dal punto di vista del telespettatore. Si avete letto bene: il web 2.0 e quindi l’UGC (cioè il Contenuto Generato dagli Utenti) fa il suo ingresso nel telegiornale della sera. Questa iniziativa può essere epocale: l’Italia è “tvcentrica” e quindi tutto quello che passa dentro allo schermo tv diventa reale, interessante, noto e quindi da fare e provare! Facebook in Italia ha avuto un accesso di nuovi utentoi pari al 600% dall’estate scorsa solo perchè i media tradizionali ne hanno parlato. Ero iscritto su Facebook da anni e lo usavo per dialogare con gli amici stranieri che lo usavano da tempo. Ora è di moda e persone che purtroppo ancora non usano Internet sono però su Facebook 🙂

Signore e signori posso annunciare orgoglioso che l’avvento della nuova generazione dei media, sociali e condivisi, è imminente!!! Forse sempre più persone inizieranno a capire che mestiere faccio 🙂 Non sono un webmaster! Non sono un informatico! Non sono un programmatore!

Il Tg1 non più solo da vedere, ma anche da fare. Proposte, idee, storie, commenti. Il tema dei filmati non ha limiti. Può essere una festa o una denuncia, un curioso momento personale o la condanna di un sopruso. Immagini divertenti o da meditare.

> Per inviare il tuo video via posta, spediscilo a questo indirizzo
Il Tg1 sei Tu – redazione Tg1
Palazzina A, stanza 259
Largo Villy de Luca 4 – 00188 Roma

Lastfm e Pandora su iTunes Store Italia

Sono perplesso! Ma per quale motivo sull’iTunes Store Italia non sono disponibili due applicazioni come il player di Lastfm e Pandora per iPhone che sono invece disponbili negli Store degli altri paesi? Che senso ha? Pochi utenti che lo utilizzano? Le due applicazioni sono una specie di radio 2.0 dove puoi inserire il titolo di una canzone o di un cantante e ti sarà proposta una palylist ‘vicina’ per genere all’artista o canzone che hai ricercato.
Sono due siti utilizzati da milioni di utenti anche italiani. Perchè?!?

Blog il meglio della rete + il peggio della tv

Avevo già segnalato un programma molto interessante su RAI4 il nuovo canale digitale di Mamma Rai: si chiama Blog ed una una sorta di Blob del web da guardare comodamente seduti sul proprio divano davanti alla TV. E’ un esperimento interessante e si fa guardare. Su sito Blog4you è possibile caricare o segnalare video che saranno poi selezionati dalla redazione per le puntate che sono trasmesse ogni sera alle 19.30 circa. Di seguito la puntata di ieri sera, merita il tizio che suona The Final Countdown dei mitici Europe.

Facebook ed i compagni di scuola

Dopo l’impennata in Italia del 700% di Facebook ho trovato tanti compagni di classe del liceo che non sentivovedevo da tanto tempo. Adesso sta per arrivare il giorno fatidico: un incontro dopo circa 15 anni e sono terrorizzato. Maledetti social network!!! E se sono diventato come Fabris di “Compagni di Scuola” di Carlo Verdone?