Gaetano Anzisi

Adobe Air

L’oggetto di seguito è solo un esempio di come è stato utilizzato Adobe Air. Basato su tecnologia Flash e Flex permette lo sviluppo di applicazioni con interfacce accattivanti ed estremamente user friendly. Ad esempio Scrapblog vi permette di creare un vostro spazio web utilizzando un editor completamente drag ‘n drop dove poter caricare foto, video, testo, musica etc. Inoltre con Adobe Air sono state sviluppate applicazioni desktop tipo i gadget per Mac o Vista per consultare web services direttamente dal vostro desktop. La galleria delle applicazioni è ricca di soluzioni utili e divertenti come un finestra per consultare foto su flickr con effetti di dissolvenza, un super player dei video di aol, un applicazione per consultare i titoli in borsa, e tanto altro. Da vedere la modalità di fruizione di questi servizi.

Banzai e Paolo Ainio

Paolo AinioLa holding Banzai guidata da Paolo Ainio è al quarto posto, dopo Telecom, Wind e Gruppo Espresso, tra i grandi gruppi italiani sul Web. La sfida è quella, come dice Ainio, di: “…presidiare e valorizzare le dinamiche dell’online publishing verticale, dove è centrale l’utente e non il mezzo. Le marche, gli utenti e in parte gli stessi gruppi editoriali tradizionali hanno già smesso di ritenere internet una nicchia e lo considerano il mercato del futuro, con interessanti prospettive di sviluppo” era un rumor degli ultimi mesi ma oramai è ufficiale il ritorno di Paolo Ainio con il suo nuovo Gruppo: “…siamo il concentrato italiano di talenti editoriali, creativi e tecnologici più importante del mercato internet…”. E’ una notizia di quelle importanti per il Web italiano. Di seguito un pò di rassegna stampa:

Web 2.0 workplaces

Il capofamiglia degli iMazza mi ha girato un link ad un post molto interessante che racconta gli uffici delle aziende più famose del Web 2.0 come Facebook, Netvibes, Twitter , Lastfm e Flickr. Quello che colpisce è l’età delle persone, il loro look, gli ambienti di lavoro di società che sono quotate milioni di euro. Ci si aspetta manager over 70 con i capelli bianchi in giacca e cravatta, uffici grigi con stanze a perdita d’occhio…insomma l’ufficio medio italiano. Ma La realtà è diversa:

  • un 40enne è ‘anziano’ in questi ambienti di lavoro, spesso è l’amministratore delegato
  • la maggior parte dei dipendenti ha un ‘età compresa tra i 19 e 25 anni
  • gli orari di lavoro sono elastici, si entra tardi la mattina ma non esiste un orario di uscita certo
  • l’abbigliamento è molto casual e ‘stiloso‘, la cravatta e la camicia sono delle punizioni da indossare, delle vere punizioni corporali
  • la tecnologia è parte integrante dell’ufficio (la apple regna sovrana e gadget di ogni tipo)
  • l’oggettistica sulle scrivanie, l’arredamento è minimalista e richiama personaggi dei fumetti, videogames e personaggi del cinema
  • alla macchinetta del caffè non si parla di calcio, ma della nottata davanti all’ultimo videogames uscito per la XBOX 360

Anche nel nostro Bel Paese dove il Presidente della Repubblica ha 84 anni esistono luoghi come questo. E per me che non so un accidente della SERIE A è una grande fortuna!

Head Quarter Prodigi WebHead Quarter di Prodigiweb: ecco cosa vedo dalla mia postazione di lavoro.

Widget and Gadget

Come avete potuto notare sulla spalla sinistra del blog è presente un’area dedicata ai Widget e Gadget. Nell’ordine troverete:

  • My LinkedIn Profile – con il mio profilo progessionale (curriculum vitae, scuola ed i miei contatti di lavoro)
  • Fringami – per promuovere chiamate gratuite tramite smartphone dotati di connessione wi-fi
  • Get My Widget – per chi volesse inserire sul proprio spazio web i miei post
  • See my bookshelf – un social network dedicato al mondo dei libri e della lettura
  • Google Calendar – per consultare il mio calendario pubblico per sapere i miei impegni
  • iGoogle – se volete potete aggiungere un box con gli ultimi post sulla vostre pagina personale di iGoogle
  • Flickr – per vedere il mio photo album
  • LastFM – per scoprire e ascoltare la mia musica preferita
  • Facebook – il social network per eccellenza anche se non lo frequento molto…

Insomma avete modo di violare la mia privacy come più vi aggrada!

Wikia search

Da un pò di tempo continuo a non riuscire più ad apprezzare i risultati di Mamma Google. Il motore di ricerca presenta solo risultati commerciali per non dire marchettari e marchettati. Da qualche giorno sto utilizzando wikia search con funzioni anche tipiche del social network. Infatti puoi crearti un tuo profilo e quindi trovare persone che hanno i tuoi stessi gusti…E’ semplice da usare e molto immediato.

Web 3.0 = (4C + P + VS)

A quanto pare dove si fa Web sul serio (il resto del mondo) si parla già di web 3.0 secondo la 4C: Yahoo’s Turnaround Formula. Secondo tale formula il Web tende ormai da tempo (eccetto in Italia) verso:
3C = Content, Commerce, Community
the 4th C = Context
P = Personalization
VS = Vertical Search
Il web 2.0 è (stato) un’Era di passaggio dal web 1.0 (quello della speculazione economica) verso la partecipazione totale dell’utente.
Se questo è il paradigma perchè continuo a vedere siti vetrina auto-referenziali made in Italy?

Web 2.0

Sperimentazioni e integrazioni delle nuove funzionalità di Google, di Flickr, dei Blog e chi più ne ha più ne metta! Il bottone di seguito riportato contiene un link che consente di essere aggiornati sul mio web fotoalbum attraverso un RSS feed di Google. Non credo possa interessare a nessuno…Comunque cliccando sul bottone l’utente (registrato a Google) può decidere come consultare il file RSS: aggingendolo alla lista presente nel suo Google Reader oppure visualizzandolo sulla popria Home Page personalizzata…Non male!

Add to Google

Da ora in poi sulla spalla destra troverete il bottone per aggiungere al “desktop di Google” l’aitanblog. Potrete in questo modo essere sempre aggiornati sui miei post e relativi commenti!